Durata e periodo di svolgimento

80 ore, indicativamente con una media di 32 ore settimanali in orario diurno

Numero partecipanti

12

Descrizione del percorso

Con il ruolo crescente del mondo Digitale nella vita delle persone (accesso a servizi privati e pubblici, condivisione delle proprie opinioni/ gusti/abitudini sui canali social,…) sta diventando sempre più urgente tutelare la privacy di chi vi accede, permettendo allo stesso tempo ai fornitori di servizi e ai decisori pubblici di avere accesso a quelle informazioni che sono necessarie per operare, magari aggiungendo valore ed efficientando processi, prodotti e servizi pubblici e privati nei più svariati ambiti.
La rivoluzione BIG DATA non investe solo la funzione IT, ma mette in atto una rivoluzione di impatto antropologico, modificando non solo tecnicamente tutte le attività umane, ma penetrando a livello più profondo nelle modalità di relazione tra l’uomo e i suoi artefatti (si parla di homo+machina sapiens). Da qui la necessità di analizzare il fenomeno e comprenderlo in modo interdisciplinare per valutarne e governare tutti i risvolti cogliendo opportunità e mitigando, in chiave preventiva, le minacce. Sono sotto gli occhi di tutti i rischi legati all’esposizione mediatica ed alla circolazione dei nostri dati sensibili (dai dati anagrafici a quelli sanitari o bancari), in ultimo l’attuale caso “Cambridge Analytica” che ha investito addirittura Facebook e fatto emergere una sottovalutazione del tema. Si gioca una grossa partita sia in termini di rischi di truffe o reati, che di limitazione della libertà personale e pervasività delle aziende che accentrano e gestiscono i nostri dati nella sfera privata, con tentazioni o derive manipolatorie che attentano ai processi democratici. Il tema della sicurezza informatica e del rispetto della privacy sono, quindi, altrettanto centrali e imprescindibili per chi si occupa di trattamento e valorizzazione dei dati a tutti i livelli, dal data entry al decision making.

Obiettivi

Il progetto offre un approfondimento verticale sui temi della protezione e privacy (da un punto di vista sia legale che tecnologico) e sui risvolti etici derivanti dalle trasformazioni digitali. Ci si pone l’obiettivo di formare un profilo professionale attuale, in grado di inserirsi nella nuova traiettoria di sviluppo professionale accelerata dalla nuova normativa europea in materia di privacy, che prevede una figura professionale specifica: il Data Protection Officer.

Competenze

Al termine del progetto i partecipanti saranno in grado di:
• comprendere le normative sulla data privacy (in particolare GDPR) e le implicazioni sull’operatività delle organizzazioni pubbliche e private che gestiscono dati;
• comprendere le esigenze informative delle aziende e quali precauzioni vadano messe in atto per rimanere compliant con le normative;
• collaborare all’implementazione di strumenti per assicurare la compliance, in termini procedurali e tecnologici;
• riconoscere rischi etico-legali nel trattamento dei dati e contribuire ad una corretta governance.

Descrizione del percorso

CYBERSECURITY
Politiche di sicurezza informatica: risorse da proteggere, valutazione costo e rischio;
La qualità e affidabilità dei sistemi informativi; Software antivirus; sicurezza di archivi e DB: backup e recovery;
Come evitare lo Spam per l’invio di e-mail; Sicurezza sul web: CMS e plugin di terze parti come rischi per la sicurezza dei siti; Crittografia e gestione dei certificati; Protezione da attacchi per le applicazioni web: tipologie e motivazione degli attacchi; Digital forensics.
NORMATIVA IN MATERIA DI PRIVACY
Ruoli e responsabilità nel trattamento del dato personale; Studio del ciclo di vita del dato
Nuovo regolamento europeo 2016/679 sulla privacy: nuovo approccio tra accountability e integrazione con i sistemi di gestione; I sistemi di gestione ed il risk based thinking; Il D.Lgs. 231/01 e l’adozione del modello organizzativo
Discussione su casi di studio/best practices
ETICA DEI BIG DATA:
ToS: terms of services; Strumenti legali e tecnologici per difendere la privacy: Ubiquitous Commons; L’uomo e la macchina: Artificial moral agent

Destinatari e requisiti d'accesso

12 Giovani in possesso di una laurea triennale o magistrale o una laurea a ciclo unico, conseguita da non più di 24 mesi, residenti o domiciliati in regione Emilia Romagna in data antecedente l’iscrizione alle attività. Le competenze necessarie in ingresso, oltre al requisito formale della laurea, sono trasversali: una forte attitudine alle tecnologie digitali, predisposizione al pensiero critico e capacità di autoaggiornamento.

A questo progetto possono accedere laureati provenienti dalle tre disciplinari, umanistica, giuridico-economica e scientifica. Per chi proviene dalle prime due aree è necessario aver partecipato ai progetti 1 e 2 per l’acquisizione dei contenuti di contesto e delle conoscenze di base relative ai DB.

Sede di svolgimento

Sono previste diverse edizioni sull’intero territorio regionale da novembre 2018 a dicembre 2019.

Piacenza – Parma – Reggio Emilia – Modena – Bologna – Ferrara – Forlì – Ravenna – Rimini

Chiusura iscrizioni

31/12/2018

La data si riferisce alla scadenza della prima edizione del corso. Ulteriori edizioni saranno calendarizzate e pubblicate in questa sezione.

Contatti

Per informazioni:
Tel. 800 036425
Mail. bigdata@formindustria.it

Operazione Rif. 2018-9495/RER approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n. 633 del 2 Maggio 2018, e co-finanziata con risorse del Fondo sociale europeo PO 2014-2020 e della Regione Emilia-Romagna

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.