Durata e periodo di svolgimento

60 ore

Numero partecipanti

12

Descrizione del percorso

Il Deep Learning, la cui traduzione letterale significa apprendimento profondo, è una sottocategoria del Machine Learning (che letteralmente viene tradotto come apprendimento automatico) e indica quella branca dell’Intelligenza Artificiale che fa riferimento agli algoritmi ispirati alla struttura e alla funzione del cervello chiamate reti neurali artificiali.

Il Deep Learning (noto anche come apprendimento strutturato profondo o apprendimento gerarchico) fa parte di una più ampia famiglia di metodi di Machine Learning basati sull’assimilazione di rappresentazioni di dati, al contrario di algoritmi per l’esecuzione di task specifici. Le architetture di Deep Learning (con le quali oggi si riporta all’attenzione anche del grande pubblico il concetto di rete neurale artificiale) sono per esempio state applicate nella computer vision, nel riconoscimento automatico della lingua parlata, nell’elaborazione del linguaggio naturale, nel riconoscimento audio e nella bioinformatica (l’utilizzo di strumenti informatici per descrivere dal punto di vista numerico e statistico determinati fenomeni biologici come le sequenze di geni, la composizione e la struttura delle proteine, i processi biochimici nelle cellule, ecc.).

EDIZIONI

ENTE: Nuova Didactica
SEDE: Modena-Webinar
NUMERO DI ORE: 60
DATA DI PARTENZA: 12/03/2024
DATA CHIUSURA ISCRIZIONI: 05/03/2024

Obiettivi

L’obiettivo del corso è comprendere l’architettura delle reti neurali profonde e fornire competenze operative per utilizzare applicazioni basate su algoritmi di deep learning. Gli allievi impareranno come si addestra un sistema di deep learning e i principali campi applicativi: traduzione simultanea testi e suoni, classificazione di oggetti all’interno di immagini o video, riconoscimento facciale, chatbot o virtual assistant per fare alcuni esempi.

Competenze

Nell’ambito della ricerca sull’Artificial Intelligence, l’apprendimento automatico ha riscosso un notevole successo negli ultimi anni, consentendo ai computer di superare o avvicinarsi alle prestazioni umane corrispondenti in aree che vanno dal riconoscimento facciale al riconoscimento vocale e linguistico. L’apprendimento profondo invece consente ai computer di fare un passo in avanti, in particolare di risolvere una serie di problemi complessi. Già oggi ci sono casi d’uso ed ambiti di applicazione che possiamo notare anche come “comuni cittadini” non esperti di tecnologia.

Dalla computer vision per le auto senza conducente, fino ai droni e robot impiegati per la consegna di pacchi o anche per l’assistenza in casi di emergenza (per esempio per la consegna di cibo o sangue per trasfusioni in zone terremotate, alluvionate o in zone che devono affrontare crisi epidemiologiche, ecc.); riconoscimento e sintesi vocale e linguistica per chatbot e robot di servizio; riconoscimento facciale per sorveglianza in paesi come la Cina; riconoscimento immagini per aiutare i radiologi a individuare i tumori nei raggi X, oppure per aiutare i ricercatori a individuare le sequenze genetiche correlate alle malattie e identificare le molecole che potrebbero portare a farmaci più efficaci o addirittura personalizzati; sistemi di analisi per la manutenzione predittiva su una infrastruttura o un impianto analizzando i dati dei sensori dell’IoT; e ancora, la visione del computer che rende possibile il supermercato Amazon Go senza cassa.

È prevista la certificazione digitale delle competenze acquisite attraverso la collaborazione con Reiss Romoli. Saranno emessi open badge sulle competenze specifiche rilasciate in esito ai progetti, previo raggiungimento del 70% di frequenza.

Contenuti del percorso

  • DEEP LEARNING E RETI NEURALI
    • Introduzione alle reti neurali e al layering di algoritmi di machine learning: reti neurali e deep learning
    • Algoritmi e use case di Supervised, Unsupervised, Reinforcement Learning applicati al Deep Learning: costruzione di sistemi di deep learning basati su layer di ML
    • Sviluppo con framework Tensorflow
    • Introduzione al framework ed esercitazioni
    • Applicazioni nel contesto “traditional data” (tabelle, log,
    • Sviluppo su dati tabellari, analisi di serie temporali, regressioni
    • Applicazioni in contesto non strutturato
    • Computer vision
    • Speech recognition
    • Natural Language Processing
    • Tool di rapid prototyping: intro ai framework di sviluppo come RapidMiner, Azure ML
  • DATA PRIVACY E CYBERSECURITY

Destinatari e requisiti d'accesso

12 Giovani in possesso di una laurea triennale o magistrale o una laurea a ciclo unico, conseguita da non più di 24 mesi, residenti o domiciliati in regione Emilia Romagna in data antecedente l’iscrizione alle attività. Le competenze necessarie in ingresso, oltre al requisito formale della laurea, sono trasversali: una forte attitudine alle tecnologie digitali, predisposizione al pensiero critico e capacità di autoaggiornamento. A questo progetto possono accedere laureati provenienti di tutte le aree disciplinari umanistica, giuridico-economica e scientifica, permettendo di specializzare le conoscenze innovative legate al mondo dell’intelligenza artificiale e alle applicazioni per i business B2B e B2C.

Sedi e modalità di svolgimento

Sono previste edizioni dei corsi su tutto il territorio regionale. Per visionare le edizioni attive ed iscriversi si rimanda alla sezione calendario edizioni.

I calendari dei corsi saranno pubblicati con cadenza trimestrale.

Per gli stessi corsi sono previste più edizioni, fino ad esaurimento, per tutto il 2022.

Contatti

Per informazioni:
Tel. 800 036425
Mail. bigdata@formindustria.it

Riferimento

“Anticipare la crescita con le nuove competenze sui Big Data” – Operazione Rif PA 2023-19167/RER, approvata con DGR N. 843/2023 del 29/05/2023 e co-finanziata dal Fondo Sociale Europeo Plus 2021-2027 Regione Emilia-Romagna